Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati




Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: [email protected]


> Home > Sezione S > Beato Stanislao Kubski Condividi su Facebook Twitter

Beato Stanislao Kubski Sacerdote e martire

18 maggio

>>> Visualizza la Scheda del Gruppo cui appartiene

Ksiaz, Polonia, 13 agosto 1876 Dachau, Germania, 18 maggio 1942

Stanislaw Kubski, sacerdote dell’arcidiocesi di Gniezno, cadde vittima dei nazisti nel celebre campo di concentramento tedesco di Dachau. Papa Giovanni Paolo II il 13 giugno 1999 lo elevò agli onori degli altari con ben altre 107 vittime della medesima persecuzione.

Martirologio Romano: Nel campo di prigionia di Dachau vicino a Monaco di Baviera in Germania, beato Stanislao Kubski, sacerdote e martire, che, in tempo di guerra, rinchiuso in una camera a gas rese lo spirito per Cristo.


Stanisław Kubski nacque il 13 agosto 1876 da Michele e Francesca a Książ, vicino a Strzelno, in una famiglia di agricoltori.
Dopo aver frequentato il ginnasio a Trzemeszno e a Wagrowiec, nel 1897 entrò nel seminario di Gniezno.
Il 25 novembre 1900 è stato ordinato sacerdote dall’arcivescovo mons. Andrzejewic.
Inviato quale vicario a Srem, rimase in quella comunità fino al 1910, quando venne nominato parroco della chiesa di San Wawrzyńca a Gniezno.
Nel 1017 è stato nominato parroco della parrocchia della Trinità della stessa città.
Durante la grande rivolta della Polonia divenne membro del Consiglio comunale popolare.
Nel 1929 ha ricostruito la chiesa mineraria in rovina della Madre di Dio, della quale aveva rilevato la titolarietà nel1923.
Don Stanisław Kubski nel lavoro pastorale non si è mai negato a nessuno, impegnato costantemente con i bambini, i giovani, i poveri, gli operai e gli artigiani.
Dopo lo scoppio della seconda guerra mondiale, i tedeschi lo arrestarono il giorno 8 settembre 1939. Costretto a sfilare per la città a mani alzate, trascorse la prima notte inginocchiato a pregare nel cortile della caserma dove era stato condotto.
Internato a Piła, il 21 novembre 1939 fu mandato al Buchenwald (KL) dove fu costretto a lavorare nelle cave per un anno e dove fu sottoposto a diverse torture.
Qualche tempo dopo, esausto, con un braccio rotto fu poi inviato nel campo di concentramento di Dachau dove gli venne assegnato il numero 21878.
Don Stanisław Kubski recitava costantemente il rosario tenendo in mano un pezzo di spago con i nodi intrecciati.
Nel mese di maggio del 1942 è stato considerato non adatto al lavoro nel campo in quanto malato e denutrito.
Il 18 maggio 1942 è morto e il suo corpo è stato incenerito nel forno crematorio municipale di Monaco.
Don Stanisław Kubski è stato beatificato Il 13 giugno 1999, da San Giovanni Paolo II, nella cerimonia di beatificazione di 108 martiri polacchi della seconda guerra mondiale.


Autore:
Mauro Bonato

______________________________
Aggiunto/modificato il 2023-04-21

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google

Album Immagini


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati . Pubblicità