Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati



Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: [email protected]


> Home > Sezione E > Sant' Emiliano di Lagny Condividi su Facebook Twitter

Sant' Emiliano di Lagny Abate

Festa: 10 marzo

10 marzo 660 (?)

Emiliano, di origine irlandese, lasciò la sua isola natale con alcuni compagni e si recò in Gallia presso il suo compatriota s. Furseo che stava costruendo, con l’aiuto del re Clodoveo II e del maestro di palazzo Erchenaldo, il monastero di Lagny, nella diocesi di Parigi. I nuovi arrivati lo aiutarono in questa costruzione, di cui Furseo fu il prirno abate.  Quando costui partì, nel 650, per far visita ad altri abati, suoi parenti, che dimoravano in Inghilterra, pose a capo della sua abbazia il monaco Emiliano, ma Furseo morì in viaggio, in loco Macerias, presso Peronne. Gli successe Emiliano che partecipò più tardi alla traslazione dei resti mortali del suo Predecessore. Egli morì un 10 marzo; certi autori fissano al 660 l'anno del suo decesso, ma nessun documento permette di affermarlo.



Emiliano, conosciuto anche come Eminiano o Emmiano, era un monaco irlandese che lasciò la sua terra natale per raggiungere la Gallia. Insieme ad altri confratelli, si unì al compatriota San Furseo (fr. Fursy), il quale stava costruendo il monastero di Lagny, situato nella diocesi di Parigi (oggi di Meaux). Il progetto beneficiava del sostegno del re Clodoveo II e del maestro di palazzo Erchenaldo. I nuovi arrivati, tra cui Emiliano, si adoperarono per completare la costruzione del monastero, diventando parte integrante della comunità monastica.
Nel 650, San Furseo intraprese un viaggio per visitare altri abati, suoi parenti, in Inghilterra. Durante la sua assenza, affidò la guida del monastero di Lagny a Emiliano. Purtroppo, Furseo morì durante il viaggio, presso Peronne in un luogo chiamato Macerias. Emiliano gli succedette come abate, assumendo la responsabilità della comunità e continuando l'opera del suo predecessore.
In seguito, Emiliano partecipò alla traslazione delle reliquie di San Furseo, dando un importante contributo alla memoria e alla venerazione del suo predecessore. La data della sua morte è fissata al 10 marzo, ma l'anno preciso rimane incerto. Alcune fonti ipotizzano il 660, ma non vi sono prove documentali a sostegno di questa data.


Autore:
Franco Dieghi

______________________________
Aggiunto/modificato il 2024-02-02

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati