Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati




Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: [email protected]


> Home > Sezione Servi di Dio > Serva di Dio Trinità del Cuore purissimo di Maria (Maria Mercedes Carreras Hitos) Condividi su Facebook Twitter

Serva di Dio Trinità del Cuore purissimo di Maria (Maria Mercedes Carreras Hitos) Fondatrice

.

Monachil, Granada, Spagna, 28 gennaio 1879 - Madrid, 15 aprile 1949

Fondatrice delle Ancelle della SS. Eucarestia e della Madre di Dio
 



Nascita e infanzia
Maria Mercedes Carreras Hitos, nacque il 28 gennaio 1879 a Monachil, una piccola città della provincia di Granada in Spagna, da Manuel Carreras e Filomena Hitos, in una famiglia profondamente cristiana.
Sua madre Filomena, che morì quando Maria Mercedes aveva otto anni, affidò i suoi figli alla protezione della Vergine dei Dolori. Dopo questo tragico evento il padre e la nonna decisero di affidare Maria Mercedes e la sorellina Pepita alla scuola delle suore di Santa Agnese.
Maria Mercedes rimase in collegio fino al compimento del quattordicesimo anno d’età e tra le mura della scuola iniziò a capire che si sentiva attratta dalla vita religiosa.

Vocazione religiosa
Dopo esser tornata a casa, decise di entrare tra le Cappuccine di Sant’Antonio a Granada, un ordine contemplativo di grande austerità, dove le monache vivevano lunghi momenti di preghiera. La serva di Dio entrò in monastero il 28 luglio 1893, sottoponendosi fin da subito all’austerità della regola.
Nel monastero vigeva la più stretta clausura, e lo scopo fondamentale delle monache era quello dell’adorazione permanente dell’eucarestia e la partecipazione nella santa comunione.
Il 26 novembre 1896, nella festa della Presentazione di Maria, si tenne la sua vestizione, a cui seguì la  professione religiosa, e l’attribuzione del suo nuovo nome, di Suor Trinità del cuore purissimo di Maria.

Badessa del monastero
Il 18 luglio 1908 fu eletta badessa del monastero di sant’Antonio. Tra i suoi propositi c’era il tentativo di unificare i monasteri spagnoli delle Cappuccine dedite all’adorazione del SS. Sacramento e l’istituzione dell’adorazione  perpetua in tutte le comunità.
Tra gli anni 1912 e 1916 ebbe delle visioni sull’interpretazione di attuare l’adorazione permanente dell’Eucarestia e di fondare una nuova congregazione religiosa.
Nel 1920, rieletta badessa del monastero gli viene l’idea di accogliere le ragazze per educarle e avvicinarle all’Eucarestia.
Nel 1921, l’arcivescovo di Granada, mons. Vicente Casanova y Marzol, visitando il monastero di Sant’Antonio incoraggiò madre Trinità del cuore purissimo di Maria e le monache della comunità ad accettare l’adorazione permanente.

Verso una nuova fondazione
L’arcivescovo, constatato che nel monastero non c’era alcuna disponibilità all’attuazione dell’adorazione permanente, incoraggiò la badessa a fondare una nuovo istituto religioso, scrivendone le regole.
Il 2 dicembre 1923 venne chiesta alla Santa Sede l'autorizzazione per fondare un nuovo monastero a Chauchina di Granada. Il 24 aprile 1924, fu decisa la fondazione del nuovo monastero, le cui opere furono terminate nel marzo del 1925.
Nel giorno 11 aprile 1925, dodici monache guidate da madre Trinità partirono per Chauchina, e diedero avvio alla prima comunità di adoratrici cappuccine fondando la nuova congregazione religiosa delle Ancelle della SS. Eucarestia e della Madre di Dio.

Fondazione di nuove comunità
Con la guerra civile spagnola Madre Trinità e le sue monache si trasferirono in Portogallo. Nel 1934 venne fondato un monastero a Braga, dove si aprì il noviziato; nel 1936 venne aperta una comunità a Oporto, nel 1937 a Orense, nel 1939 a Granada, nel 1942 a Laveiras, nel 1943 a Lisbona. Con la fondazione di Madrid del 1944, si stabilì che in quella sede fosse aperto il noviziato per la Spagna. Dopo la fondazione della comunità a Bilbao, madre Trinità inviò tre monache alla volta del Messico e aprì la sua ultima comunità a Viana do Alentejo.
Nell'ottobre 1942, furono approvate le costituzioni “ad experimentum” per sette anni, mentre il 10 gennaio 1949 la Santa Sede approvò in maniera definitiva l’Istituto.
In quell’epoca la fondatrice era già ammalata di cancro.
Attualmente ci sono ventisei comunità di Ancelle della SS. Eucarestia e della Madre di Dio in Europa (Spagna e Portogallo), Africa (Angola e Capo Verde), America (Messico, Perù e Venezuela) e Asia.

Morte
Madre Trinità del Cuore purissimo di Maria, morì a Madrid il 15 aprile 1949.
A distanza di tredici anni dalla morte, l'11 aprile 1962, il suo corpo fu riesumato e trovatolo incorrotto e fu trasferito nella sede della Casa Generale dell'Ordine.

Processo per la beatificazione
La Santa Sede, il 29 agosto 1989 concesse il nulla osta per aprire il processo diocesano sulla vita e le virtù della serva di Dio.
Il 28 gennaio 1991 è stata aperta a Madrid la fase diocesana del processo di beatificazione di Madre Trinità del cuore purissimo di Maria, chiusa il 4 ottobre 2008, dopo diciassette anni d’indagini.
 


Autore:
Mauro Bonato

______________________________
Aggiunto/modificato il 2017-09-15

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google

Album Immagini


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati . Pubblicità