Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati



Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: [email protected]


> Home > Sezione A > Beato Andrea da Siena Condividi su Facebook Twitter

Beato Andrea da Siena Religioso francescano

Festa: 27 marzo

XIII sec.

Il beato Andrea da Siena era un religioso francescano vissuto nel secolo XIII. Entrato tra i francescani, fu assegnato all’incarico di questuante nel convento di Spoleto. Sul beato Andrea da Siena i testi francescani riportano di un incontro che ebbe con San Francesco. Quando il poverello passò dal suo convento, gli confidò di “una persona del paese da cui mai era riuscito a farsi dare alcunché. Francesco lo esortò ad insistere fino a portarsi via almeno un pane da parte sua”. Una volta ottenuto un pane lo fece benedire da San Francesco, tanto che con quel cibo riuscì a sfamare tutti i frati che erano presenti.



La figura del Beato Andrea da Siena, religioso francescano del XIII secolo, emerge dalle pagine dei testi francescani come un'affascinante sintesi di concretezza quotidiana e mistica devozione. Frate questuante, incaricato di raccogliere elemosine per il convento di Spoleto, Andrea si distingue per la sua perseveranza e per il suo rapporto speciale con San Francesco d'Assisi.
Un episodio narrato nei testi francescani assume un valore emblematico, illustrando la tenacia di Andrea e la sua profonda venerazione per il Santo di Assisi. Si narra che Francesco, durante un soggiorno presso il convento di Spoleto, si imbatté in Andrea, il quale lamentava l'insuccesso nel ricevere elemosine da un certo uomo del paese. Francesco, con il suo consueto tocco di saggezza e umiltà, esortò Andrea a perseverare, spronandolo a non desistere fino a ottenere almeno un pane.
L'obbedienza di Andrea si rivelò provvidenziale. L'uomo, inizialmente restio, si commosse di fronte alla perseveranza del frate e gli donò un pane. Andrea, con fede incrollabile, chiese a Francesco di benedire il dono ricevuto. Quel pane, simbolo di umiltà e condivisione, si trasformò in un nutrimento miracoloso, capace di sfamare tutti i frati del convento.
La memoria del Beato Andrea da Siena, celebrata il 27 marzo nei Martirologi Francescani, rappresenta un invito alla perseveranza nella fede e alla fiducia nella Provvidenza divina.


Autore:
Franco Dieghi

______________________________
Aggiunto/modificato il 2024-02-21

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati