Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati



Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: [email protected]


> Home > Sezione F > Beato Francesco Morales Valenzuela Condividi su Facebook Twitter

Beato Francesco Morales Valenzuela Sacerdote e martire

Festa: 1 agosto

>>> Visualizza la Scheda del Gruppo cui appartiene

Alhama de Granada, Spagna, 22 novembre 1877 - 1 agosto 1936

Francisco Morales Valenzuela nacque ad Alhama de Granada il 22 novembre 1877. Studiò nel Seminario di San Cecilio a Granada e fu ordinato sacerdote il 6 giugno 1900. Fu parroco di Beas de Granada, coadiutore di Alhama de Granada, parroco di Quéntar e, infine, parroco annesso alla parrocchia della sua città. Fu arrestato dai miliziani il 27 luglio 1936 e imprigionato con gli altri sacerdoti di Alhama, che vennero uccisi poco dopo. Il 1° agosto, in seguito alla confusione causata dall’arrivo di un gruppo di soldati che volevano sparare, per rappresaglia dopo un attacco aereo, ai prigionieri rimasti, cercò anche lui riparo, precisamente nella sacrestia della chiesa principale di Alhama, con altri tre fuggiaschi. Quando aprì la porta, si trovò faccia a faccia con quanti lo cercavano: gli spararono sul posto insieme agli altri, ma era ancora mezzo vivo. Ormai cadavere, fu gettato dal parapetto situato vicino alla porta della sacrestia. Fu incluso in un gruppo di sedici martiri della diocesi di Granada, beatificati nella cattedrale di Santa Maria dell’Incarnazione a Granada il 26 febbraio 2022, sotto il pontificato di papa Francesco. I suoi resti mortali riposano nella basilica della Santa Croce al “Valle de los Caídos” di Madrid.



Francisco Morales Valenzuela nacque ad Alhama de Granada il 22 novembre 1877, in una famiglia di braccianti benestanti. Fu battezzato nella stessa cittadina.
Studiò nel Seminario di San Cecilio a Granada, finendo il quarto corso di teologia a ventidue anni. Frequentò altri due corsi per approfondire gli studi, ma senza optare per i titoli accademici. Fu ordinato sacerdote il 6 giugno 1900.
Fu parroco di Beas de Granada, coadiutore di Alhama de Granada, parroco di Quéntar e, infine, parroco annesso alla parrocchia della sua città; prestò anche servizio per qualche tempo a Santa Cruz del Comercio. Di solito celebrava nella Chiesa del Carmine.
All’inizio della guerra civile spagnola e della persecuzione, si trovava di nuovo ad Alhama, perché la casa-rettoria di Santa Cruz del Comercio era stata requisita dalle autorità civili. Fu arrestato il 27 luglio e imprigionato insieme ad altri sacerdoti del paese, ovvero il parroco don Pedro Ruiz de Valdivia Pérez e il vicario coadiutore don José Frias Ruiz. Il 30 vennero prelevati per essere uccisi, insieme all’anziano padre del coadiutore e al presidente parrocchiale della Gioventù di Azione Cattolica José Muñoz Calvo; don Francisco, però, non era con loro.
Il 1º agosto, alcuni aerei attaccarono una colonna di soldati provenienti da Vélez-Malaga, diretta verso Granada. Per rappresaglia, alcuni dei sopravvissuti andarono alla prigione, con l'intenzione di sparare ai prigionieri rimasti. Prima, però, il carceriere aprì le porte: i prigionieri, una quindicina circa, fuggirono e cercarono riparo, ma a poco a poco furono scoperti e uccisi.
Anche don Francisco si nascose, insieme a tre compagni di prigionia, nella sacrestia della chiesa principale del paese. Sentì bussare: aprì la porta, ma si trovò faccia a faccia con quanti lo cercavano. I fuggiaschi vennero tutti uccisi sul posto.
Il sacerdote, a quanto pare, era ancora mezzo vivo; subì umiliazioni da parte dei passanti per alcune ore. Infine il suo cadavere fu gettato giù dal parapetto situato vicino alla porta della sacrestia. Fu sepolto nel cimitero di Alhama e in seguito i suoi resti furono trasferiti nella basilica della Santa Croce al “Valle de los Caídos” di Madrid.
Don Francisco fu inserito nella causa che comprendeva altri tredici sacerdoti e due giovani laici (uno dei quali seminarista), tutti della diocesi di Granada, uccisi nel corso della persecuzione della guerra civile spagnola. Dello stesso gruppo facevano parte gli altri due sacerdoti di Alhama e il presidente della Gioventù di Azione Cattolica. La loro beatificazione si svolse nella cattedrale di Granada il 26 febbraio 2022, sotto il pontificato di papa Francesco.


Autore:
Emilia Flocchini

______________________________
Aggiunto/modificato il 2022-02-25

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google

Album Immagini


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati