Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati




Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: [email protected]


> Home > Sezione L > Beato Luigi Maria (Ceferino) Fernández Martínez Condividi su Facebook Twitter

Beato Luigi Maria (Ceferino) Fernández Martínez Fratello cooperatore domenicano, martire

19 ottobre

>>> Visualizza la Scheda del Gruppo cui appartiene

Villanueva de la Nía, Spagna, 26 agosto 1886 – Almería, Spagna, 19 ottobre 1936

Ceferino Fernández Martínez nacque a Villanueva de la Nía, oggi provincia e diocesi di Santander e all’epoca diocesi di Burgos, il 26 agosto 1886. Entrò tra i Fratelli delle Scuole Cristiane a Bujedo presso Burgos, probabilmente senza passare in postulandato. Nel 1905 si recò al convento domenicano di Almagro e chiese formalmente di entrare nella vita religiosa, come fratello cooperatore, vale a dire religioso non sacerdote. Il 23 luglio dello stesso anno prese l'abito come “donato” o terziario familiare. Cambiò quindi il nome di Battesimo, diventando fra Luigi Maria. Ammesso in noviziato come fratello cooperatore, ossia religioso non sacerdote, emise la professione semplice il 27 dicembre 1908. Fu inviato a Cuba, quindi in Messico, dove subì le conseguenze della persecuzione scatenata dal presidente Calles. Rientrato in Spagna e destinato al convento di Almería, due anni più tardi affrontò una nuova persecuzione, collegata alla guerra civile spagnola. Il 22 luglio 1936 lasciò il convento: cinque giorni dopo fu arrestato e condotto nel carcere istituito nel convento delle Ancelle del Santissimo Sacramento e della Carità; dopo quindici giorni, fu imprigionato nell’imbarcazione-carcere «Astoy Mendi». Fu assassinato, a cinquant’anni, il 19 ottobre 1936, probabilmente alle porte del cimitero di Almería, e il suo corpo fu gettato in una fossa comune. Le sue reliquie non sono state identificate.



I primi anni
Ceferino Fernández Martínez nacque a Villanueva de la Nía, oggi provincia e diocesi di Santander e all’epoca diocesi di Burgos, il 26 agosto 1886. Fu battezzato il 28. I suoi genitori erano Antonio e Agustina.

Vocazione religiosa
Entrò tra i Fratelli delle Scuole Cristiane a Bujedo presso Burgos, probabilmente senza passare in postulandato.
Nel 1905 si recò al convento domenicano di Almagro e chiese formalmente di entrare nella vita religiosa, come fratello cooperatore, vale a dire religioso non sacerdote. Il 23 luglio dello stesso anno prese l'abito come “donato” o terziario familiare. Cambiò quindi il nome di Battesimo, diventando fra Luigi Maria.
Dopo aver trascorso due anni e circa cinque mesi in convento come “donato”, fu esaminato per essere ammesso al noviziato come fratello cooperatore. Il consiglio conventuale di Almagro approvò l’ammissione nella seduta del 10 dicembre 1907. Fra Luigi Maria emise la professione semplice il 27 dicembre 1908.

A Cuba, poi in Messico
Molto presto fu inviato a Cuba, nel convento di San Giovanni in Laterano, abitato da una comunità di dodici religiosi. Fra Luigi Maria prestava servizio nella parrocchia di Vedado. La sua permanenza nel convento di San Giovanni in Laterano terminò nel 1921, quando ricevette l'incarico della cura della chiesa annessa al convento di San Domenico a Puebla de los Ángeles, in Messico. Attivissimo, non si riposava mai. La virtù che più spiccava in lui era la povertà.
Quando la persecuzione contro la Chiesa, iniziata quando Plutarco Elias Calles, Presidente del Messico, era Ministro della Guerra, obbligò i padri Domenicani a nascondersi e celebrare Messa in oratori privati, fu lui a tenere aperta la porta della chiesa.

Il ritorno in Spagna e il martirio
Rimase in Messico fino al 10 maggio 1934, quando rientrò in Spagna, destinato al convento di Almería. Il 21 luglio 1936, la comunità si vide costretta ad abbandonare il convento. Fra Luigi Maria lo lasciò il giorno seguente.
Fu arrestato il 27 luglio 1937 e portato nel carcere istituito nel convento delle Ancelle del Santissimo Sacramento e della Carità; dopo quindici giorni, fu imprigionato nell’imbarcazione-carcere «Astoy Mendi». Fu assassinato, a cinquant’anni, il 19 ottobre 1936, probabilmente alle porte del cimitero di Almería, e il suo corpo fu gettato in una fossa comune. Le sue reliquie non sono state identificate.

La prima fase della causa di beatificazione e canonizzazione
Fra Luigi Maria venne incluso nella causa di beatificazione e canonizzazione intestata a Juan Aguilar Donis e cinque compagni, a cui fu aggiunto Fructuoso Pérez Márquez, Terziario domenicano e padre di famiglia.
Il processo informativo fu quindi celebrato dal 1962 al 1971 nella diocesi di Almería; nella medesima sede si svolse, nel 1995, l’inchiesta diocesana. La validità giuridica di entrambi venne riconosciuta dalla Congregazione delle Cause dei Santi il 3 dicembre 1999.
La “Positio super martyrio”, consegnata nel 2013, venne esaminata anzitutto dai Consultori Storici, il 10 giugno 2014. La discussione sull’effettivo martirio invece iniziò con il Congresso Peculiare dei Consultori Teologi, i quali, il 23 ottobre 2018, si pronunciarono a favore. Anche i cardinali e i vescovi membri della Congregazione delle Cause dei Santi, il 10 dicembre 2019, confermarono che l’uccisione dei frati era avvenuta a causa della loro fedeltà alla Chiesa.

Il decreto sul martirio e la beatificazione
L’11 dicembre 2019, ricevendo in udienza il cardinal Giovanni Angelo Becciu, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, papa Francesco autorizzò il decreto sul martirio.
La beatificazione di padre Juan Aguilar Donis e compagni si svolse il 18 giugno 2022, nella cattedrale di Siviglia, nella Messa presieduta dal cardinal Marcello Semeraro, Prefetto del Dicastero delle Cause dei Santi, come inviato del Santo Padre.
Nella stessa celebrazione furono elevati agli onori degli altari anche venti Domenicani del convento di Almagro (uno di essi, padre Pedro López Delgado, era stato compagno di formazione di padre Fernando) e suor Ascensione di San Giuseppe, Domenicana contemplativa. La memoria liturgica dei ventisette Domenicani fu fissata al 6 novembre, giorno in cui le diocesi spagnole ricordano i loro Martiri del XX secolo.


Autore:
Emilia Flocchini

______________________________
Aggiunto/modificato il 2022-08-09

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati