Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati




Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: [email protected]


> Home > Sezione Testimoni > Padre Sergio Sorgon Condividi su Facebook Twitter

Padre Sergio Sorgon Sacerdote carmelitano, martire

Testimoni

12 novembre 1938 - 7 gennaio 1985

Sergio Sorgon nasce a San Donà di Piave il 12 novembre 1938, quarto di dieci figli. Nel 1949 entra nel piccolo seminario di Verona. Nel 1955 veste l’abito religioso e professa l’anno successivo. Nel 1963 viene ordinato sacerdote nella Basilica di San Marco a Venezia. Svolge il suo primo ministero a Treviso e Brescia. Il 7 giugno 1969 parte per il Madagascar con altri due padri per avviare una Missione carmelitana in quell’isola. La sua opera missionaria nell’arco di 16 anni è stata intensa e molteplice per impegno e luoghi diversi di permanenza. Nel pomeriggio del 7 gennaio 1985 era atteso a Moramanga, località a 120 Km dalla capitale, dove era parroco e Vicario episcopale della diocesi, era partito in moto da Tananarive. A Moramanga fu atteso invano, il suo corpo orrendamente mutilato, fu ritrovato il giorno seguente all’inizio di un bosco.



P. Sergio nacque a Fiorentina di San Donà di Piave il 12 novembre 1938, quarto dei dieci figli di Rosa De Faveri ed Emilio Sorgon.
La famiglia patriarcale abitava in una delle case rurali per mezzadri della Frazione (zona via Fornetto). Ebbe un’infanzia felice e serena.
Dai genitori ricevette fin da piccolo un’educazione profonda, senza imposizioni, solo con il loro esempio e l’amore. Lui si sentiva amato, come tutti gli altri fratelli. Le parole chiave di papà Emilio erano: amore, obbedienza, rispetto e sincerità (furono queste le regole di vita anche di p. Sergio).
Sergio aveva undici anni quando partì dalla sua casa dispersa nella campagna del Sandonatese, per il Seminario Carmelitano di Verona, voleva diventare prete, vestito come quel Frate che era venuto a trovarlo in casa.
Una settimana dopo la partenza, il papà scrisse una lettera al figlio in Seminario (lettera fedelmente conservata dal figlio) conteneva una promessa: “Dopo la tua partenza tutte le sere, nella recita del Rosario noi preghiamo per te, perché se il Signore ti chiama, tu segua fedelmente la chiamata”.
La santità eroica di un figlio, ha la sua radice nella Fede e la Preghiera della famiglia…  La Fede della famiglia e la Carità di un giovane, ha generato un Santo Martire. Quando il 19 gennaio 1985 abbiamo accolto in Duomo la salma martoriata di p. Sergio, abbiamo creduto, che ritornava tra noi il segno più vero della Fede e della Carità, che uno di noi era andato a testimoniare tra le popolazioni del Madagascar (mons. Bruno Gumiero, 2010).


Fonte:
www.duomosandona.it

______________________________
Aggiunto/modificato il 2023-04-25

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google

Album Immagini


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati